Archivio

Archivio Ottobre 2005

Rimorsi Vietresi

31 Ottobre 2005 16 commenti


E? notte fonda e dorme il mio guerriero, è stanco,lo avvolgo in lenzuola sgualcite,lontano dalle braccia,poi,scivolo via a piedi nudi, sulla moquette che copre ogni rumore,sosto ancora a guardarlo sulla soglia, il letto disfatto conserva anche ora, i resti della sera di briciole e cioccolatini, sento il profumo dei nostri corpi uniti.
Com?è bello nel sonno,col ciuffo scomposto sulla fronte sudata,mi fanno tenerezza i suoi capelli striati d?argento,la luce della luna illumina la stanza ed ogni cosa intorno pare un negativo in bianco e nero, ricorda i dagherrotipi che troneggiano in casa mia, ad un tratto la voglia di pianto mi assale,ho bisogno di aria,apro la portafinestra ed esco sulla loggia ,raggiungo la balaustra di pietra, il profumo intenso si leva dai vasi di gerani, intorno c’è profumo di basilico.
Sale il mormorio della risacca,mentre spumeggia calmo il mare,l?aria è tiepida e dolce dalla marina di Vietri spira un vento gentile,come fiammelle tremule avanzano le paranze,il mare è tutto un brulichio di vita,di richiami e di suoni,odore di agrumi dai vicini giardini.
Vietri è tutta qui, in questo incanto di cielo, nelle casette bianche coi teneri tetti rossi a ghimberga corta, se mi affaccio qui all?angolo sinistro del terrazzo posso vederla tutta,giù fino alla costa c?è traffico,la gente è tornata qui a godersi il mare ed il miracolo di un sole,che brucia ancora quasi fosse agosto.
Un tripudio di stelle è questo cielo, come vorrei essere un pittore,poter fissare nella perennità della tela i momenti d?amore,guardare le labbra e affogare nel sapore del miele, oh si,lui ci sa fare, a letto e nella vita.
Voglio tornare a casa,ne ho bisogno.
Mentre qui, dorme vincente la mia spina nel fianco
. Nenè

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

ALLORA

29 Ottobre 2005 23 commenti


ALLORA
Giovanni Pascoli

Allora…in un tempo assai lunge
felice fui molto; non ora:
ma quanta dolcezza mi giunge
da tanta dolcezza d?allora!

Quell?anno! per anni che poi
fuggirono, che fuggiranno,
non puoi, mio pensiero, non puoi,
portare con te, che quell?anno!

Un giorno fu quello, ch?è senza
compagno, ch?è senza ritorno;
la vita fu vana parvenza
sì prima sì dopo quel giorno!

Un punto!… così passeggero,
che in vero passò non raggiunto,
ma bello così, che molto ero
felice, felice, quel punto!

Dedicato a te,amore mio,a te Julian con infinito amore per sempre. Tua Nenè

Categorie:Argomenti vari Tag:

Prevenire??Meglio? che Curare !

26 Ottobre 2005 17 commenti

E ci risiamo,questo è un altro di quegli strani post da introspezione estesa,a proposito dell?ultimo post di Isio
di cui condivido pienamente il parere.
Poiché ogni forma di dialogo è civiltà nel rispetto della persona, mi accingo ?solennemente?:)a rispondere a ‘Silvia.carlo’ una o due persone che hanno assalito Isio intervenendo nel suo blog.
Per come la vedo io,tutti,i commenti sono liberi e quando non si sconfina nell?insulto,libera ne deve essere l?espressione. Ciò premesso, bando alle ciance ed eccomi quà.
Sono stata accusata di essere piena di odio xkè sn intervenuta ad esprimere il mio personalissimo parere(!).
Silvia.carlo :
L?odio è una forma di amore con emanazioni negative che non mi competono; prima di ?pontificare? dunque imparerei ad usare termini più precisi!
Parliamo allora di disgusto,non di odio;il disgusto più totale e assoluto verso quel genere di persone comprese le nostre cioè di chiunque, che ,con la scusa della clandestinità dei disagi,o nascondendosi sotto un passamontagna o altro,sfasci vetrine e cassonetti,mettendo a ferro e a fuoco le nostre città,di chiunque impedisca ad una ragazzina di 17 anni come mia nipote, cresciuta a pane , amore, allegria sano ottimismo e sani principi,di andare a prendere un litro di latte al bar all?angolo di casa nostra, xkè sistematicamente terrorizzata da un romeno che,gli si spoglia davanti , compie atti osceni con parole e atteggiamenti di pari livello, mia cognata,ormai da una settimana va ad accompagnarla e a riprenderla dal liceo.
Questo non è odio ma sete di serenità appunto, e di una giustizia che non c?è, a monte di un disordine caotico in cui siamo costretti a vivere,con una massa di gente irregolare,che non riusciamo più a gestire in nessun modo.Siamo ridotti male mentre continuiamo a pagare le Una Tantum pro terremotati delle nostre Regioni e oggi veniamo a sapere che paghiamo ancora la tassa sulla guerra in Abissinia!!!
I tassi della disoccupazione in Italia sono fra i più alti d?Europa e non è assolutamente vero che gli italiani non vogliono fare i lavori umili!
E? vero invece che un italiano,il quale deve pagare tasse , mutuo o affitto non può permettersi di andare a raccogliere i pomodori alla Piana del Sele a 15 ? al giorno!!!
Isio, hai straragione!!!Io dico W la Turchia in Europa che imparino a nn comportarsi incivilmente!
Non ce la facciamo più!!! In quanto all?odio: ‘silvia.carlo’,la sottoscritta in casa sua aveva una stanza in più che ha messo a disposizione di Sasha un ragazzo ucraino di 23 anni,che col suo stipendio non ce l?avrebbe mai fatta a pagarsi un affitto,è con me da 7 mesi,con tanta buona volontà lavora onestamente ed è munito di REGOLARE PERMESSO DI SOGGIORNO !La differenza è tutta qui.
Leggetevi i post altrui prima e lasciate che gli altri esprimano pareri diversi dal vostro, questa è civiltà io lo faccio,prima di intervenire nei commenti.
Ho una laurea in filosofia e la seconda guarda caso in Teologia con tesi in Sacra Scrittura, presa x approfondire il mio cammino di fede,volevo sapere,sentire,capire di più è stato il più bello dei cammini,dura ancora oggi.Sono stata per anni catechista, ora, animatrice e guida pastorale, i ragazzi della parrocchia hanno le chiavi di casa mia.Cattolica e contraria all?aborto,so che la vita è un dono di luce che reca in se i frammenti sacri dell?eternità.Solo che io al contrario di qualcuno, non faccio nomi /silvia.carlo:)/ sto coi piedi ben saldi per terra e gli occhi a sette metri su nel cielo,ho avuto l?immenso dono di una vita serena nonostante ciò che ho perso. Coi giovani ci passo la vita a scuola ,per strada, in Parrocchia, ovunque, per me non è mai abbastanza
-Se una sola delle mie ragazze facesse una scelta diversa da quella che io ho sempre indicato,:
-Se uno solo dei miei boys mi dicesse che sta per avere rapporti sessuali:
io gli indicherei la via dei rapporti sicuri!!! Cioè:
——————————- i preservativi i preservativi i preservativi!!! ————————–Perché a Roma ho visto fior di ragazzi morire per aver avuto rapporti promiscui e qualcuno anche qui in Provincia,qualcuno ne ho anche curato,qualcuno abita poco lontano da casa mia.
Di questo ho parlato all?ultimo Convegno Diocesano per la Pastorale giovanile.Le regole le sanno,gli do tutto il mio tempo libero,da loro imparo a non dimenticare il grande valore dell?innocenza; sanno che la purezza è il più gran dono dell?amore, alcuni mi seguono,altri un po? meno a tutti però raccomando la prudenza e l?igiene. Con loro discuto di sesso,alle loro tempeste ormonali sono abituata so ke significano!
E non condanno né lancio anatemi alla ragazze che vogliono abortire,non muovo accuse, spalanco la porta e me le tengo strette più delle altre per aiutarle a raccogliere i cocci del dolore cocente che le aspetta dopo, in ogni caso la scelta spetta a loro e solo a loro. Educazione sessuale e prevenzione nelle Scuole preghiera e accoglienza nelle Chiese!In cui gli oratori diventano sempre più rari ed Anacronistici!
Adriano hai stragione pure tu!)Nenè
Per “silvia.carlo” si,ho detto pure e lo ribadisco:da come scrivete,e per il vostro lessico,avete urgente bisogno di una GRAMMATICA,xkè dai vostri errori di sintassi,se foste in una delle mie classi sareste da 2″a voler essere magnanimi,se il Pulitzer venisse elargito all’ignoranza,voi avreste già vinto.Potrei continuare,vi invito a riflettere invece.Le scuse dovreste imparare a chiederle con sincerità.Nenè

Amo le forbici perché sanno tagliare bene!

25 Ottobre 2005 19 commenti


Sono stufa e stanca di dover stare attenta ad ogni mia espressione
perché in essa tu vedi quella parte di me che non accetti.
Dici che ti faccio torto,quando penso al passato colmo di pagine scritte senza di te,
tu riempi le righe di oggi ma non puoi cancellare quelle di ieri,
ci sono cose che apparterranno solo a me è sarà così per sempre,
che tu lo voglia o no .
No, non temo i tuoi segnali di fumo,
non voglio trascinarmi dietro una storia stanca,
che si esaurisce ogni giorno di più come le note
di un flauto, spente dal fragore dei miei momenti no,
tu mi tormenti ma non sai lasciarmi andare,
quella musica spenta non la sopporto più.
Non so più dirti ti amo, forse non te l?ho detto mai
tu però lo sapevi che sarebbe stato così,
è vero,staccare la spina non mi pesa più di tanto,
non sopporto i rigurgiti però,
e ci penserà il vento a scompigliarmi i capelli,
Amo le forbici perché sanno tagliare bene.Nenè

Senza te

23 Ottobre 2005 13 commenti


Passano i giorni e lasciano solchi cavi lungo i percorsi dell?anima.
Mani che parlano nel buio della notte, segnando momenti di passione,
frugano sicure i percorsi conosciuti.
Occhi verdi ove riuscivo a sprofondare, come immense praterie in cui nutrire i miei sensi,
carne nella carne,mai appagati,mai stanchi.
Amore mio,immenso e tenero,tenace e irriducibile dove sei?
E nessun collo che sa di muschio contro cui strofinare il naso.
E le mie dita non giocano più a creare i ricci sul tuo petto.
E il tuo odore e solo un ricordo che fa male.
Fa male amore mio, è amaro come il sale delle lacrime mai asciugate.
?Stanotte ti ho sognato,eravamo sudati,ridevamo felici.
Con noi c?era quel bimbo che correva sulla sabbia bianca,
coi neri riccioli al vento, aveva i gli occhi tuoi e il mio sorriso
quel bimbo nostro mai nato,aveva una conchiglia nella piccola mano.
Ti amo, ti amo, ti amo a perdifiato.
Senza te amore mio, ho solo sopravvissuto. Nenè

Categorie:Argomenti vari Tag:

Scusate se esistiamo

19 Ottobre 2005 12 commenti


C?era una volta a Calcutta un bramino buono e pio che viveva con le elemosine che i fedeli gli regalavano.Un giorno pensò di andare a chiedere la carità vestito come un povero intoccabile.
Così mise uno straccio attorno ai fianchi, come fanno i paria , i più poveri dell?India.
Quel giorno nessuno lo salutò,nessuno gli diede l?elemosina.
Andò al mercato, andò al tempio , ma nessuno gli rivolgeva la parola.
La volta successiva il bramino si vestì secondo la sua casta, si mise un bel vestito bianco,un turbante di seta,una giacchetta ricamata.
La gente lo salutava e gli dava denaro per lui e per i tempio.
Quel giorno il bramino ebbe tanti doni,la considerazione di tutti, rispetto e ammirazione.
Arrivato a casa il bramino si tolse gli abiti, li posò su una sedia e si inchinò profondamente.
Poi disse:? Oh Fortunati voi, vestiti!Fortunati! Sulla terra ciò che è certamente più onorato è il vestito, non l?essere umano che vi è sotto?.
Oggi si parla di allarme cocaina!Ma perché adesso? Sono anni che la cocaina miete vittime tra i nostri giovani,mette in croce come l?eroina, interi nuclei familiari e non se ne parlava se non marginalmente, di sfuggita era solo un pensiero seccante o poco più.
Poi è balzata alle cronache come male sociale,sottile ?male di vivere? lo hanno definito gli ‘esperti’,si sono mobilitati i media,non si parla d?altro.Perché?
Perché se il problema tocca un Lapo o anche a un Calissano , in altre parole tocca i Vip diventa un male sociale di cui discutere?Quanti ragazzi vittime di droga muoiono ogni giorno in tutto il mondo perché non fa notizia?Si parla di gente che per curarsi può permettersi di spendere 4000? al giorno in America e non si dice del sacrificio immenso che deve fare una famiglia che per curare un figlio, a volte è costretta a vendersi la casa e a finire in mano agli strozzini?
Mettiamo sul piedistallo quegli eroi Patinati,proprio come il Bramino ha fatto coi vestiti e veneriamoli perché questi e solo questi sono il vero Dio,poiché la loro sorte ci sta più più a cuore dei nostri stessi figli,fratelli e amici.Scusate se esistiamo noi che non facciamo notizia nè da vivi nè da morti.NO NON E’LA COCAINA; IL PEGGIORE DI TUTTI I MALI E’ IL VUOTO ASSOLUTO DI CERTE COSCIENZE IPOCRITE,AVVOLTE NEI SUDARI DI SEPOLCRI IMBIANCATI. Nenè

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

Aiutami a sognare

17 Ottobre 2005 14 commenti


Come un viandante stanco di
trascinare le sue misere ossa
picchiando ad ogni porta
alfine rotto di tutto
si ferma e un attimo riposa
tal?io,la fronte arsa
nel cavo fresco del tuo grembo
poso.
Padre, sussurra il cuore
narrami un poco
quelle tue storie arcane
fantasmi,maghi, fate
castelli di sogno,paesi incantati
ove bambina sapevo vagare
nutrendo la mia mente
di vaghe fantasie.
Dimenticavo il buio
il vento che fischiava
i topi nel solaio
la vecchia Marialonga.
No, non è vero Padre
che non ho più paura
vieni ti prego cullami,
aiutami a sognare. Nenè

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

Odore di Castagne

12 Ottobre 2005 10 commenti


Non è facile trasmettere le sensazioni che si provano visitando Curti, spaccato vivissimo di quella nostra Italia che non s’arrende al nuovo che,del progresso tecnologico pur servendosene,se ne sbatte.
Quello che maggiormente colpisce è la possibilità magica di rivivere ritmi di vita oggi inusitati, abitudini e tradizioni che per millenni hanno scandito la vita quotidiana di tanti uomini a difesa ,e cura gelosa delle tradizioni di questa nostra terra.
Appena le foglie rosse e ricce cadono dai rami che se ne spogliano,l’intero paese pensa alla sagra della castagna (22/23 ottobre)festa del ringraziamento dei raccolti.
Curti, suggestivo centro medioevale alle falde dei monti Picentini, dove boschi secolari di castagno,di faggi, antichi lecci, sottoboschi di funghi e ruscelli di acqua fresca si intrecciano in un gioco di profumi, suoni e colori.La partecipazione, alla realizzazione dell?evento è corale, l?accoglienza è elevata e palpabile,le donne del posto da anni ormai tornano indietro nel tempo,proponendo gli antichi piatti storici.Ci si potrebbe nutrire anche solo della fragranza di quei piatti,mentre risali i vicoli stretti e accoglienti,al suono di musiche ormai quasi perse nel tempo.Trovi le ?laghene e fasuli lardari c?a pummarola? ancora gonfi del sole dell?estate appena alle spalle; cibi genuini che portano alla mente il calore degli abbracci caldi dei vecchi tabarri che s?incontravano per le vie quasi immutate di questo paesello unico e fiero di quella sua alterigia contadina che ancora vive negli occhi degli anziani tutti d?un pezzo.
T?investe nella piccola piazza l?odore della legna bruciata;lo sfrigolio allegro delle monachine che si alzano incontro al cielo nella sera imminente ti accoglie e assieme ad esso si leva prepotente e sovrano
l?odore inconfondibile delle castagne che arrostiscono nelle grandi ?VRULERE?, assieme ai caciocavalli tagliati per l?occasione i balli coinvolgenti e al buon vino novello sposato a caldarroste e ballotte, trasformano per un momento ogni visitatore in un abitante di questo amato paese delle sue case di pietra antica con le tegole rosse cotte e scolorite dal tempo,signore della Storia.Nenè

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

Autunno

10 Ottobre 2005 9 commenti


Sere d?autunno umide e piovose
la terra negra esala fiato grigio
un mantello di piombo fluido
copre tutte le cose.
Fiammeggiante riverbero
nelle pupille nere
su una panca sbilenca
un bicchiere di vino
si sta bene qui
accanto al camino.

Categorie:Argomenti vari Tag:

Ma porca miseria

3 Ottobre 2005 17 commenti


Buonasera a tutti e che mi dite?Come vedete questo non è un post abituale è quasi una riflessione spassionata, nasce dalle mail che mi ha scritto Luigi,il quale con tono amareggiato nel chiedermi scusa spiega il suo punto di vista ecco il testo delle sue mail:
Ciao,
scusami ancora. Non era mia intenzione importunarti. Ma ho avuto conferma da altre persone (che non ho citato nel post) che questo/a psicopatico/a va in giro per il web a fare danni. Ripeto: volevo solo aprirti gli occhi. Scusa ancora
Luigi
Seconda mail:
Chiudo il mio blog. Hanno vinto loro.
Se per caso li conoscevi o erano amici tuoi ti prego di far capire loro che abusare della buona fede delle persone è una cosa disdicevole.
So che tu sei una persona pulita. Grazie
Luigi
Mi riferisco a tutti e faccio qualche domanda,Luigi non ho capito bene xkè chiudi il blog!Che significa hanno vinto loro?Loro chi?Se il materiale è tuo sul web possono utilizzarlo ma non appropriarsene, anche xkè è tutta roba registrata con gli originali in possesso dei proprietari o no?Per me è così,allora cosa possono fare?Di che danni parli?Se qualcuno ne sa di più,mi faccia sapere.A te Luigi suggerisco di prendere la vita con più ottimismo, per il resto grazie ma,come fai a sapere che io sono una persona pulita???
A me dispiace che abbia chiuso il tuo blog,però penso pure che prima di andare in giro a parlare di avvocati,sarebbe bene rispettarci tutti un pò di più, quelli che sono in causa per me sono amici del Web che rispetto e stimo, da cui vado e continuerò ad andare spessissimo.Ma porca miseria io sarei andata pure da Luigi che senso ha chiudere il blog in modo così risentito?Boh sono confusa,Nenè

Categorie:Senza categoria Tag: ,