Home > Argomenti vari > ROMA

ROMA

8 Novembre 2005


?Roma nun fa la stupida ?stasera?
Damme ?na mano a faje dì? de si?

Sei qui Roma mia, se solo m?affaccio ti vedo,con la finestra del cuore aperta ,bella come una dolce signora col cupolone fiero,e i colonnati austeri,le due fontane del Bernini che esibisci vezzosa e un po? arrogante per le foto dei turisti in Vaticano,camminando ti allunghi distentendo le membra sui sette colli, sonnolenta ti mostri nuda e pigra a trastevere,tra i vecchi caseggiati di mattoni sbiaditi che sanno di sudori,di vecchie ballerine ormai in disarmo,trastevere che canta di una Roma che
?nun vò? morì?.
Roma bambina…Piazza Navona!
Roma di tutti…Piazza di Spagna!
Da millenni,ti agghindi, sei amata: Pincio , Gianicolo, via veneto,piazza Venezia, l?ara coeli,il Campidoglio che ha fatto la storia, Cicerone, Ovidio canta ancora di Te nel nobile idioma, Catullo a te tesse le lodi,erano figli tuoi Roma mia bella e ancora verso quattro fontane e a Trevi in cui parlò la dolce vita,anni sessanta il sogno americano.
Roma dei Cesari, Roma del Senato;Roma pezzente,Roma Sovrana.
Chiunque pensi a te ripensa a Brenno,Muzio Scevola, ponte Mivio difeso strenuamente dal barbaro invasore.
?Non coll?oro ma col ferro si riscatta Roma?!
Ferro di Roma , Regina Coeli dove è raccolta una parte di Roma che Roma più non è.E di Rebibbia dove dispera tanta umanità.
Roma un incanto coi tuoi mille giardini, dei mille pini al vento che ti fanno chioma attiri gente come una puttana, e come quella sai, fai l?occhiolino.
Sei bella Roma, mentre cammino, Castel S.Angelo, tevere Cenci,a piedi nudi coi sandali al collo,con lui al mio fianco quante risate, voli di rondini, canti di stelle,Roma incantata.
E li nei vicoli c?era Nannina du? occhi belli come le notti tue di cui era figlia,per l?amor suo volavano le canzoni e ?li coltelli?.
Roma Capoccia der monno ?nfame!
Roma mutevole Roma immutata,accogli popoli e mille culture,coi tuoi berretti multicolori, le tue osterie, del centro storico sono ancora quelle di Trilussa e Belli eh si so? proprio quelle.
Di gente illustre tu sei regina, coi tuo teatri e cinecittà, sei il sogno di ogni bella pupa italiana,che vuole fa l?attrice e ?viè da te, mò corrono pure l?americane?, lo diceva Albertone che prima o poi ?nnava a finì così , altro che America , il sogno più bello stà qui,il sogno più bello sei Te.?
Roma infinita,felicità,Roma che dona,splendida Roma,Roma che sa…
…Prenni tutte le stelle più brillarelle che c?hai
e un pizzico de luna tutta pe?noi?Nenè

Categorie:Argomenti vari Tag:
  1. pecoranera
    8 Novembre 2005 a 10:30 | #1

    Ma che è? na canzone romana! Che schiiiiiiiiiiifoooooooooooooooooooooo!!! Dai che scherzavo.. buon dì!

  2. X TUTTI
    8 Novembre 2005 a 11:56 | #2

    …Mi sono saltati alcuni Links sto lottando col PC…Per fortuna però non mi ha cancellato gli amici veri… Anche il Pc mi conosce e sa che mi arrabbio di brutto,così non si permette.Con affetto Nenè

  3. adriano
    8 Novembre 2005 a 13:38 | #3

    Mi raccomando deliziosa Nenè…riguardati il fegato. Adriano

  4. lady.angy
    8 Novembre 2005 a 14:07 | #4

    Bella ciao, uhm Roma non mi piace molto nonostante ci sia stata un casino di volte ne ricordo l’immensità però, troppo grande….
    Ps. QUando sarà finito sicuramente ; )

  5. Devil Buio
    8 Novembre 2005 a 15:05 | #5

    Questa sì che è una dichiarazione d’amore, spero di vedere presto Roma coi tuoi stessi occhi :)

  6. tosca
    8 Novembre 2005 a 15:11 | #6

    - OOOODDIO, che bel post…
    Dovevo, per la prima volta, andare a Roma nell’aprile scorso, ma un infortunio del mio maritozzo, ahimè, vietò questo viaggio…ma la devo vedè Roma, prima o poi, la vedrò.
    Un abbraccio Nenè :)

  7. 666&C
    8 Novembre 2005 a 15:34 | #7

    Il diavolo a sbafo dal picci della scuola afferma che adora Roma in tutte le salse. Deve solamente trovare il modo per tornarci. Naggia, quante cose in sospeso che vorrei fare e non posso fare.
    Rimango in attesa del dolce via mail.
    Hi Nenè.

  8. Edith
    8 Novembre 2005 a 16:04 | #8

    ciao cara nenè, non ti scordar di me ; ) scherzo ho letto che devi ripristinare tutti i link…
    non sono mai stata a roma sai? e tu a genova ci sei mai stata?

  9. Giano
    8 Novembre 2005 a 16:13 | #9

    Ricordo questi versi del ritornello di una vecchia canzone romana…

    “Casetta de Trastevere
    casa de mamma mia,
    tu me te porti via
    la vita appresso a te.
    Tutti li sogni cascano,
    mattone pe’ mattone,
    e in mezzo ar porverone
    già nun ce vedo più.”

    Così cantava l’autore, vedendo abbattere la vecchia casetta in cui era nato, per far posto a nuovi palazzoni.
    Credo fosse una canzone di Alfredo Del Pelo.
    Roba egli anni 1920/’30, archeologia musicale.
    Beh, è quello che mi è venuto in mente leggendo della tua Roma.
    Ci sono stato molte volte.
    Ci ho soggiornato anche per quattro mesi consecutivi, molti, molti anni fa.
    E la adoro.
    Ciao Nenè, buona serata :)

  10. X Edith
    8 Novembre 2005 a 17:43 | #10

    Certo che sono stata a Genova,per trenta giorni interi e incontenibile come sempre l’ho saccheggiata?e amata
    Tu dici Genova e io penso Alè bella Signora Alè e immediatamente spuntano le amate filastrocche di De Andrè, la mia amica Domenica Vernassa che lo canta sempre in quel modo stupendo,il sole,il mare e su per le stradine? il pesto,il Govi con la Gegia. C?è il ricordo del Rico pescatore, di Carmen e Valentina?Si credo che anche Genova ricordi la Nenè. Meglio che chiuda o faccio un altro post!))N.

  11. IO E L’ALTRA ME
    8 Novembre 2005 a 18:26 | #11

    Roma… Col suo velo di magia e mistero…

  12. Gio
    8 Novembre 2005 a 22:46 | #12

    Bellissimo post Nenè trasuda di emozioni splendide che forse noi turisti non sempre riusviamo a cogliere, un abbraccio ed un sorriso per ringraziarti di un sentimento inaspettato che hai lasciato tra le mie pagine e che scalda il cuore
    un bacione
    Gio

  13. X Devil
    8 Novembre 2005 a 23:03 | #13

    Io te lo auguro di vederla così…è un pò difficile però.
    ‘Ce vonno l’occhi de’l'nnammorato l’occhi de chi Roma l’ha vissuta,nun basta solo essece passato! No’strascico de sera, vale a vorte de più ke le parole der poeta.
    Amico nun te vojo scoraggià ma Roma,quella mia sta’tutta quà.Nenè pe’Roma sua e pe te.

  14. Flavio
    8 Novembre 2005 a 23:36 | #14

    Ma certo che l’ho visto il tuo bacio … era lì in bella mostra e ho fatto in fretta a raccoglierlo … era ancora bello caldo … grazie, mi ha fatto piacere … :) )
    Ho letto anche il tuo ultimo commento al post precedente che mi ero perso … ti dò ragione … forse un parlare crudo ma reale … senza tutti quei filtri che c’impediscono a volte di far tracimare le nostre passioni più intime …

    Un bacione
    Flavio

  15. marziano
    9 Novembre 2005 a 2:38 | #15

    La Grande Arista, Anna Magnani, con la sua voce cantava da brividi queste belle canzoni romane…
    “Mamma Roma”…è ancora accanto ad un marziano.

  16. Nenè
    9 Novembre 2005 a 10:40 | #16

    X Giano e per Marziano:
    voi siete fra tutti amici miei quelli che la sanno più lunga…
    Si Giano,la conosco quella canzone,e l’ho sentita dalla voce di Lando Fiorini,in un locale mi pare si chiamasse la Pagoda d’oro,era bella assieme agli stornelli,era tanto tempo fa,erano i miei vent’anni e già allora era un pezzo del Giurassico hai ragione Giano,ma quella canzone come ogni arte in genere,rimane senza età.
    Anna Magnani,Nannarella “de Roma” lei si che sapeva parlà… teatro la Fenice,avevo 14 anni ed ero con Papà,Marzà ti voglio bene:))Nenè
    P.S.oggi non posto niente,lascio lo spazio a Roma e ‘vengo a trovà tutti quelli che c’ho quà e pure a qualcun’altro che ‘quì nun ce sta più’…’je vojo bene uguale ma lui nun ce lo sà’.

  17. zampa
    9 Novembre 2005 a 11:15 | #17

    Bellissimo post. Bellissimo “giro” . Grazie, ciao.

  18. dianamicio
    9 Novembre 2005 a 11:40 | #18

    OOOhhhhh che bella Roma, io putroppo non ho mai avuto l’occasione di andarci vedo foto filmati ecc…ma non sono mai stata a Roma..che vergona non ho mai visitato la capitale… mi vien da piagnè… So’(perchè mi è stato detto) che è bella figuriamoci se vado…me ne innamoro!!!

    Ti ringrazio del tuo commento tra l’altro simpaticissimooo…
    a pestooo baciii
    Patty

  19. puggisio
    9 Novembre 2005 a 13:09 | #19

    Hai provato al ristorante cinese?…Ciao

  20. Flavio
    9 Novembre 2005 a 13:21 | #20

    Oddio … mi cogli impreparato !!! Devo andare a sgattare nella dispensa della mensa municipale per vedere se riesco a raccattare qualcosa … beh però proprio come quella dei “troll” non ti posso giurare di trovarla eh !! :) )

    Un bacione
    Flavio

  21. CHICCODICAFFè
    9 Novembre 2005 a 13:41 | #21

    Nenè..che emozione!!!
    ad occhi chiusi mi sembrava di sentir la voce di mamma quando mi parlava della città che l’ha vista crescere…
    o intonava gli stornelli romani…
    la stessa intensità,
    lo stesso calore,
    la stessa emozione….
    Ebbene si..
    “lo confesso” metà del mio sangue è de lì Castelli,
    a Roma un po della mia infanzia
    (quante volte ho fatto la pipì sotto le colonne a S.Pietro da bimba),
    a Roma l’incontro con l’uomo della mia vita
    oggi padre dei miei figli….
    oggi cittadini di Roma…
    AL DERBY urliamo solo “Forza Maggicaaaa”…
    “che voi dde piu”??….n’artro scudetto!!!!!
    T.V.B.TESORA!!!!

  22. lady.angy
    9 Novembre 2005 a 14:53 | #22

    Bella ciao grazie come sempre dei complimenti, molto carina….aspetto per leggere altre tue formidabili parole…buona giornata ; )

  23. massimo.pistis
    9 Novembre 2005 a 15:08 | #23

    toc, toc? per far fronte a tutte le attività che ho messo in piedi sul web, mi tocca assumere personale… ciao… ma non ho soldi per pagarlo

  24. Il Folletto
    9 Novembre 2005 a 16:43 | #24

    Per la zuppa di licheni ci vogliono anche ali di pipistrello di giornata, polvere di mandragola e un pezzettino di lingua di drago essiccata … Versare tutto un calderone e portare lentamente a ebollizione …. recitare formule antiche e oscure durante la cottura ….

    p.s. si consiglia di disegnare un pentacolo protettivo attorno al fuoco.

  25. tosca
    9 Novembre 2005 a 17:19 | #25

    - L’hai mangiata la zuppa di licheni???
    Un abbraccio :)

  26. www.iris.bog
    9 Novembre 2005 a 18:23 | #26

    Roma è una favola,una magia,una poesia silenziosa..
    E’sempre belle andare,è come se fosse sempre la prima volta..
    La magia,però,è sempre la stessa..
    Un bacio*

  27. Nenè
    9 Novembre 2005 a 19:20 | #27

    X Chicco mia,
    aoh e certo che vojo n’antro scudetto!!!
    E mica n’antro solo:))

  28. Nenè
    9 Novembre 2005 a 19:23 | #28

    PUGGI da te proprio non me lo aspettavo!?
    Ma come dal cinese?
    Ma io sono un palato raffinato,faccio ammuina come si dice a Napoli Caciara come dico a Roma e…faccio toc toc dai troll:)))Nenè

  29. falivenes
    9 Novembre 2005 a 19:34 | #29

    X dianamicio sono venuta da te e ho trovato un virus!!!)))il sorriso è il mio il virus è tuo purtroppo.Nenè

  30. octopus
    9 Novembre 2005 a 19:37 | #30

    Zuppa di licheni? Solo una volta e mi bruciava tutto quello che può bruciare. Chiaro? Quindi onde evitare infiammazioni varie ho rinunciato a questa zuppa corroborante e rivivificante. Peccato.
    ciao Nenè

  31. puggisio
    9 Novembre 2005 a 20:42 | #31

    …E io che pensavo di invitarti a cena!!!Naturalmente cucina mia moglie!!!É cinese…

  32. Nenè
    9 Novembre 2005 a 21:09 | #32

    Alèèè evviva Isio e la sua moglie cinese,preparate la zuppa che sasha ha ‘scotto’ la pasta,mannaggia la miseria ‘stasera se v’occorre accomodatevi pure…Colla per manifesti!!!( Nenè digiuna

  33. X Ashie
    9 Novembre 2005 a 21:19 | #33

    Grazie piccola ti voglio una cascata di bene.Sà

  34. tosca
    9 Novembre 2005 a 21:22 | #34

    - Sei di una simpatia Unica…Ciao Nenè. Buona serata :)

  35. salem
    9 Novembre 2005 a 22:32 | #35

    ma che bella dichiarazione d’amore!voglio solo ricordati però che a regina coeli c’è uno scalino , che chi non l’ha passato non è romano.E quando vieni nella capitale casa mia è casa tua, ok?tvb.kissfromhell

  36. zampa
    9 Novembre 2005 a 22:48 | #36

    Arraffa tutto quello che vuoi, piacere mio, ma…questa non l’ho capita “…xkè da Indy non ci sono Aurevoir…”.
    Buona notte.

  37. Joker
    10 Novembre 2005 a 0:15 | #37

    Una corsa a cavallo per i giardini di Villa Borghese, un affaccio al Pincio. Scendere per gli scalini verso piazza di Spagna e, una volta lì, gridare a squarciagola nella notte: ‘Robbberto d’Agostino ando’ c.zzzz seiii?’
    Poi magari omaggiare Carmen Lliera di una rosa rossa come le sue labbra, e poi sparire.
    Ma non per sempre….

  38. marziano
    10 Novembre 2005 a 1:31 | #38

    Nenè sei una PERSONA STRAORDINARIA e una SUPER FEMMINA…con Te il WEB è FAVOLA…e Tu sei la mia FATA…ed io il Tuo marziano.

  39. Zoe
    10 Novembre 2005 a 3:00 | #39

    Ciao Dolce nenè,
    Bellissima Roma. Credo di aver letto il post 576 volte, i posti elencati portano un dolce ricordo… un ricordo d’amore. Un grande Amore.

    “Sei bella Roma, mentre cammino, Castel S.Angelo, tevere Cenci,a piedi nudi coi sandali al collo,con lui al mio fianco quante risate, voli di rondini, canti di stelle,Roma incantata.”

    E’ la frase che ho letto più volte. Quanti ricordi… Riesci sempre a far vibrare la mia Anima. Grazie.

    Scusa ma lascio un pensiero ad un tuo amico blogger,Joker, poichè, come me, adora, almeno credo, Carmen Llera:

    pioggia freddo vento e desiderio
    spreco
    solo un corpo

    -tratto dal suo libro “Fine”-

    Un bacio, notte Nenè.
    Zoe.

  40. salem
    10 Novembre 2005 a 7:58 | #40

    Volevo dirti buongiorno, augurarti buona giornata e farti sentire il profumo di un caffè romano.kissfromhell

  41. zampa
    10 Novembre 2005 a 9:31 | #41

    Grazie di avermi avvisata. Non so che cosa sia successo, comunque, Pillole di storia, si apre normalmente. Se il kibbuz non è…ho messo istruzioni per l’uso. Se tu riuscissi ad arrivarci direttamente, dimmi come hai fatto. Ciao, buona giornata.

  42. Joker x Zoe
    10 Novembre 2005 a 9:56 | #42

    Ti ringrazio per il refreshing di quei versi.
    Riferendomi alla predominante fisicità delle labbra di Carmen ho commesso l’errore di inserire una ‘i’ di troppo nel suo cognome, che io amo invocare nelle notti romane….

I commenti sono chiusi.