Home > Argomenti vari > Tombeurs des femmes

Tombeurs des femmes

3 Luglio 2006


Oggi, chissà perché vi ho contati tutti. Gli Antonio della mia vita.
Siete tanti.

Il primo di cui ho ricordo sei tu papà, avevo così poca vita e il tuo viso chino su di me che mi narrava storie di cavalieri, armi ed amori, di Dante e di quella mezza scema di Beatrice(Angel questa è per te e per Salem!), ti chiamavano don Antonio(papà era molto amato), io invece ti chiamavo ‘Totonno’ come mamma.

Sulla testata del mio lettino campeggiava un angioletto rosa, era di gesso e tu mi dicevi che era il ritratto del mio angelo custode, fra te e mamma, me ne raccontavate di storie strane.

Poi crescendo, balza nella mente e nel cuore la figura di nonno Antonio, con la sua bella giacca di velluto verde a coste, la pipa di radica all?angolo della bocca, lo zufolo di canna, gli occhi azzurri e le favolose epiche storie di folletti, monacielli, re e regine, soldati che diventavano principi e cani magici.

In prima media a Roma alla Fedro, il mio amico di banco e di avventure, si chiamava Antonino, con lui le corse nei campi di grano, dietro la scuola a caccia di uova di quaglia, di spighe di grano, di maggiolini da legare col filo di cotone e far volare, ovviamente durante le ore di lezione, con lui ho condiviso le sospensioni, le note in condotta(tante!), ricordo che mi ammalai di varicella, tornata a scuola dopo 20 giorni, trovai sul registro di classe dieci note in condotta !!!

Alle mie proteste, il preside serafico rispose ? questo dimostra che siamo così abituati ai guai che combini che l?abbinamento nasce spontaneo anche durante le tue assenze. –

Eh si, così vanno i fatti della vita!!!

Di ritorno in paese ritrovai Antonio che avevo lasciato sui banchi di scuola, il mio alter ego, la mia parte migliore, amico vero, di quelli che io definisco i ? martiri di Nenè ?, con lui ?lavo i panni? ogni mattina e come dicono qui siamo entrambi affetti dalla sindrome di Peter Pan
(incorreggibili, immaturi, dispettosi)

Rompiamo le scatole a tutti, senza misericordia o rimorso alcuno!

Un altro Antonio fa parte dei miei trascorsi comunitari, lo chiamiamo ?Canale 21? ha la passione per i treni(una volta ci ha raccontato di aver spostato un eurostar(che formidabile pallista!), è un cantastorie peggio di ‘quell?antenna televisiva’, che campa tra uno ?nciucio sì e l?altro pure.

Lui è dotato di una notevole carica umana, sa tutto di tutti, soprattutto in termini di pettegolezzo, ah la vita di provincia, con le sue gioie, le sue fontane, i suoi colori e gli innumerevoli sapori.

Chiudo presentandovi l?ultimo degli Antonio, lui è di famiglia(la mia), per metà francese, porta il nome di mio padre e devo dire che lo fa egregiamente, pensate che a soli tre anni, all?asilo, tentava in tutti i modi possibili di abbassare le mutandine alle bambine(!), con le ovvie lamentele delle mamme di quest?ultime, delle maestre(sceme!)e lo scorno grandissimo di mio fratello, prof di matematica(scemo pure lui!), che razionalmente non si spiegava la cosa, e sconsolato mi confidava
? sto allevando un futuro maniaco!? ?

Un giorno chiesi divertita al piccolo perché facesse così, con calma lui mi rispose:
? volevo vedere cosa c?era di bello sotto quelle mutandine così colorate, le mie non sono così!!!-

Octy, Zampa? Un vero fenomeno, o no?

Io ne sono fiera, anche perchè è il mio ritratto, ha il mio stesso sorriso, ed ha pure la fortuna di avere la pelle molto più scura della mia, nessuna paura di scottature lui(miseriaccia!).

Pubblico una foto del mio maschiotto preferito!

Giudicate voi se non è gia un piccolo:
? tombeur des femmes, n?est pas ? ?

Octy? E’ fissato quasi quanto te(!)

Un abbraccione a tutti, anzi no piano con gli abbracci, che ancora ululo.

Ho deciso:mare…addio…sigh.

Nenè

Categorie:Argomenti vari Tag: ,
  1. Peppe
    3 Luglio 2006 a 18:45 | #1

    Sigh…

  2. Peppe
    3 Luglio 2006 a 18:54 | #2

    emh.. Spero che non tu non dica mai a tuo figlio che gli insegnanti sono scemi ( qualcuno lo è , qualcun’altro no)… Crescerebbe un po’ viziatello…
    Se pensi alle vecchia generazioni tra cui tuo padre, tuo nonno e tanti altri, loro si che erano dei Signori… Perchè? Avevano ricevuto una educazione rigida e avevano imparato a rispettare le persone…
    Ti posso dire che gran parte dei bambini delle nuove generazioni hanno perso quel rispetto che da grandi li avrebbe trasformati in Signori ( con la “S” maiuscola)…
    E questo è colpa di genitori che adottano sistemi bambino-centrici.. Il bambino al centro del mondo, al centro di tutto…

  3. X Peppe
    3 Luglio 2006 a 19:33 | #3

    …La considerazione era solo una battuta( sono un’insegnante anch’io:-)Ho chiamato scemo pure mio fratello(insegnante pure lui) chiamerei scema pure me stessa se mi facessi prendere dal panico per la curiosità(per altro leggittima di un bimbo di tre anni).
    Se al posto di rimproverarlo,tutti, quasi avesse fatto chissà che grave cosa, la maestra e mio fratello(in questo ordine)gli avessero chiesto col buono(senza spaventarlo!!!)cosa mai voleva fare il piccolo ne avrebbe parlato e la cosa si sarebbe risolta tout court!
    No, a casa nostra non siamo bambinocentrici, però li ascoltiamo, li lasciamo parlare, dialogare è civiltà. Il bimbo era solo curioso, voleva conoscere, bastava che la maestra lo ascoltasse per capirlo e fargli capire le differenze.
    La domanda è: ne era all’altezza?
    Ho fatto la stessa domanda a mio fratello.
    Ai miei bambini del catechismo se hanno certe curiosità io spiego loro le differenze(a volte con le insidie che ci sono attorno ai bimbi credimi è necessario più dell’aria),senza traumi, il resto è una battuta.
    Un saluto e benvenuto qui,Peppe, appena ho un po’ di tempo verrò nel tuo blog

  4. zampa
    3 Luglio 2006 a 22:52 | #4

    Senza che i bambini ci ascoltino, diciamo che ci sono mooooolti insegnanti poco intelligenti.
    E, Nenè, quel maschiotto spero sarà un “tombeur des femmes”…
    Besos

  5. octopus
    4 Luglio 2006 a 0:13 | #5

    Poi passerà ad abbassare reggiseni.

    Ho lottato con alcune foto (farle a 60 KB senza rovinarle) ed alfine ho pubblicato (a puntate).
    ciao Sà

  6. Peppe
    4 Luglio 2006 a 0:50 | #6

    Scusa, ho frainteso :-)
    Ti aspetto nel mio blog allora…

  7. X Zampa
    4 Luglio 2006 a 0:56 | #7

    …E io lo sapevo che avrei sbagliato a scrivere(parlo il francese e lo leggo, con la stessa velocità dell’italiano, ottimo accento di tipo parigino, ottima proprietà espressiva e correttta nella forma parlata, appreso in viva voce, in quanto allo scriverlo però ho infiniti difetti) mai studiato a scuola, soprattutto non scrivo mai in francese. Grazie correggerò immediatamente, ciao bella signora:-)Sà

  8. X Octy
    4 Luglio 2006 a 1:02 | #8

    Spero vivamente che lo faccia, è il mio maschiotto preferito, ha un carattere gioioso è un imitatore nato ed ha innato il senso dell’ironia e dell’umorismo.
    Per non parlare poi della bellezza, caratteristica propria della nostra famiglia(beccati questa Ashie, appena passi!)
    Ciao divino tentacolo, fai il bravo mi raccomando.

  9. S.
    4 Luglio 2006 a 1:12 | #9

    Grazie del passaggio dalle mie parti.Sei stata gentilissima,come sempre.Un bacione,torno presto.

  10. ivy phoenix
    4 Luglio 2006 a 4:32 | #10

    ha ha ha amica mia…
    anche tu legavi i fili ai maggiolini e poi li facevi volare…
    eh in quegl’anni non c’erno tanti giochi elettronici eh? ma era divertente lo stesso

  11. ivy phoenix
    4 Luglio 2006 a 4:37 | #11

    sì, ci sono dei nomi che sono più magici degli altri.. il mio socio in heaven si chiamava federica e le federica e i federico (da me BlackCloud) mi sono particolarmente cari..
    e poi i Paolo.. decisamente.. e non solo perchè è il nome del mio Socio ora.. ma sono circondata da amicizie sincere “paoline”… evidentemente qualcosa ci sarà… sabina invece è unica e non poteva che essere così ;-)

  12. oracolosardo
    4 Luglio 2006 a 11:10 | #12

    è bellissimo.
    senza parole e senza commenti.
    brava. brava vera.

    aiuto… lavoro…
    uffa.
    appena trovo momenti liberi mi rimetto a scrivere.
    un bacione one one

  13. pec
    4 Luglio 2006 a 20:28 | #13

    Tornatoooooooooo.. smuack!

  14. giampaolo
    5 Luglio 2006 a 12:53 | #14

    Bello e simpatico,come al solito!…ciao

  15. tay
    5 Luglio 2006 a 15:11 | #15

    amore!! belli i racconti sulla scuola… poi sai che io adoro il tuo modo di scrivere!! un bacione…tay

  16. fiore
    5 Luglio 2006 a 16:46 | #16

    non capisco i bambini che non rompono i giocattoli e detesto quei genitori che li usano (va bene riferito a entrambi) come soprammobili, o che si vantano di come il loro figlioletto ce li abbia ancora tutti interi; ma insomma, allora il gioco cos’è?
    I grandi che non sanno giocare che ne hanno della vita?

  17. www.iris.bog
    5 Luglio 2006 a 17:43 | #17

    Quant’è carinoooo-..
    A risentirci
    Un bacio*

  18. andreapac
    5 Luglio 2006 a 18:09 | #18

    Ciao Nenè, grazie della ricetta.Domenica ho ospiti e la provo.Giusto il discorso della mozzarella, ma alla scamorza non avevo mai pensato.Bello quell’ometto, foto di oggi o di altri tempi?

  19. X Andrea e Octy!!!
    5 Luglio 2006 a 18:51 | #19

    …Quell’ometto lì, oggi fa la prima media, strage di cuori e…Octy in quanto a reggiseni, promette benissimo!!!
    Ora che scuola è chiusa, scorrazza in Francia(da una settimana)a castigare francesine, quello lì è proprio il mio maschiotto preferito, ha ripreso tutto dal nonno (mio padre) e dalla sottoscritta(!)generoso, buono come il pane, ma pellaccia!

  20. X Fiore
    5 Luglio 2006 a 19:04 | #20

    …Antonio, come del resto tutti i miei nipoti sfasciano tutto, me compresa, nel senso che quando sono a casa a Roma se solo faccio la mossa di mettermi bocconi sul letto, parte la grande corsa al mucchio,all’urlo di ‘scamazzamento’, prendono la rincorsa e mi saltano addosso impilandosi l’uno sopra l’altro; scamazzando le mie povere ossa e quando dico tutti parto da Aschie(26 anni!)Nena(18)Antonio(11) Fabrizio(11) Valerio(9) Marina(4) e l’ultimo Francesco(2 anni)che ci scala tutti e si piazza in cima e da li con la vocina del bimbo buono strilla pimoooo(primo!)eh sì prima o poi dovrò rendere di pubblico dominio una delle nostre foto storiche.Ciao Sà

  21. ivy phoenix
    5 Luglio 2006 a 23:26 | #21

    cmq manco io tremenda com’ero arrivavo a prendere note nei giorni in cui ero assente… ammetto… mi hai battuto!

  22. Mondiali a Giffoni
    6 Luglio 2006 a 1:55 | #22

    E questa ve la devo raccontare, ne volevo fare un post, ma siccome m’incombe il Giffoni Festival Canoro, allora ve la striminzisco quì; tutto è cominciato ieri sera nel ‘Giardino degli aranci’ davanti al mega schermo installato per il partitone storico.
    Eravamo un mare di gente, tutto organizzato dal Forum giovani, panini imbottiti, si andava dalle gliummarelle(un giorno spiegherò ai nordisti cosa sono,Ivy,Zampa preparatevi per la ricetta)a broccoli e salsiccia,alla classica melanzana a barcchetta(pure questa è ottima come ricetta) e bibite a profusione…
    abbiamo giocato una grande partita ci siamo fumati un palo e una traversa e l’ansia cresceva, alla fine dei supplementari io non ce la facevo più, seduta per terra(non c’erano più posti e avevo ceduto il mio a una signora molto anziana tifosa accanita)mi ero tolta i sandali e a gambe incrociate facevo il ‘Sidharta’ della situazione. Si profilava la spettro dei rigori, le pulsazioni ormai erano sotto i tacchi, la pressione a circa 50 su 35/36 forse. Poi al 120°ne silenzio più totale, senza neppure rendermi conto di quel che dicessi balzo in piedi e urlo a squarciagola – crucchi arrendetevi immediatamente, non potete vincere, oggi è l’independence day, è il quattro Luglio, è il quattro luglio ho urlato fuori di me – Qualcuno da dietro ha ripreso il grido…qualcuno mi ha calato una mano in testa rimettendomi decisamente giù e in quel momento Grossi ha sparato dritto in rete,oh ragazzi(!!!) Ashie se mi leggi, avrei voluto che tu ci fossi stata…il goal di Del Piero l’ha visto solo Fabio, noi, eravamo gia partiti.
    Poi in piazza Umberto, prima della classica sfilata con le bandiere al vento ci siamo ritrovati tutti a cantare l’inno nazionale, una stonatura che farà epoca a Giffoni.
    Adesso col senno di poi ancora mi domando, -miseriaccia ma noi che c’azzecchiamo col quattro luglio?- In ogni caso, col permesso della benemerita ci siamo organizzati per la finalissima, eh sì abbiamo preparato i fuochi artificiali, Francesi ci risiamo, stavolta niente sconti!!!Sà

  23. angel
    6 Luglio 2006 a 4:06 | #23

    VIVE LA FRANCE!
    (baci dissacranti, Angel)

  24. salem
    6 Luglio 2006 a 15:35 | #24

    troppo tenero questo piccolo antonio, e si nota l’aria spavalda di famiglia! Anche un ramo francese? Pure io. Un’altra cosa che ci unisce. Immagino quanto tu sia indaffarata. Da parte mia adesso mi metto a contare i “Massimo” che hanno costellato la mia vita, dunque 1, 2, 3, 4, meglio che me li conto in disparte. Ciao. Viva Sà. Abbasso Beatrice!

  25. Amfortas
    6 Luglio 2006 a 23:12 | #25

    Bellissimo post, Nenè, ma MERAVIGLIOSA foto!
    Ciao :-)

  26. octopus
    7 Luglio 2006 a 20:19 | #26

    Per la finale consiglio Camomilla + Valium direttamente in vena. Poi spiegherai ai nordisti le gliummarelle che immagino a base di peperoncino e aglio. Robetta leggera!
    ciao Sà

  27. come alice
    8 Luglio 2006 a 8:59 | #27

    Ciao Bellissima Nenè!!! Simpaticissimo, bellissimo e charmant il tuo nipotino in quella foto…E poi mi piacciono pure i tuoi post nei post. Buon Festival e x domani FORZA AZZURRI! Un bacio :)

  28. ivy phoenix
    8 Luglio 2006 a 20:38 | #28

    un saluto… e incrociamo le dita per domani..

  29. libera
    9 Luglio 2006 a 9:27 | #29

    ricorda i ricordi, custodisci e conserva ogni attimo, ogni incontro prezioso, tutto il resto è stato una prova per arrivare ad oggi e perchè domani sia veramente un giorno nuovo

  30. X Octo
    9 Luglio 2006 a 12:34 | #30

    Octy, se tu t?intendi un po? di medicina saprai che la camomilla sparata in vena, nell?arco di 10 minuti causa lo shock ematico, con conseguente febbre altissima ( 41°!)per circa un’ora e con dolori fortissimi alle ossa(!), se poi a questa aggiungiamo pure il valium allora sarebbe da supporre che tu ci voglia tutti a guardare le margherite dalla parte delle radici(!).
    E se così fosse mi sai dire chi farebbe il tifo fulmineo e telepatico che consentirà alla nostra amata nazione di vincere questo mondiale?
    Caro il mio nordista, le ?gliummarelle? sono una specialità le cui origini si perdono nella notte dei tempi, c?è il peperoncino e l?aglio in modeste quantità, ma c?è ben altro, è una ricetta laboriosa però devo dire che è squisita, specie se non sai di cosa si tratta. Smack:-)Nenè

  31. francescone
    25 Settembre 2006 a 11:07 | #31

    non sapevo che anche tu , come il sottoscritto, ti fossi sorbita le lezioni su Dante in famiglia! ;-)

I commenti sono chiusi.